Cybersecurity: “Cybersecurity, investiamo in talento e innovazione”. Intervista a Walter Ruffinoni di NTT DATA

By Arturo Di Corinto “Cybersecurity, investiamo in talento e innovazione”. Intervista a Walter Ruffinoni di NTT DATA
Intervista al Ceo di Ntt Data Italia, azienda di servizi IT specializzata in cybersecurity che dopo Tokyo e Palo ha deciso di investire a Cosenza e Napoli (con 300 assunzioni)
Arturo Di Corinto per Cybersecurity del 12 ottobre 2016
NTT Data, azienda giapponese di servizi IT ha deciso di investire in Italia. Il chapter italiano dell’azienda sta per chiudere un round di 300 assunzioni nel settore della cyber security e del software, un importante investimento in capitale umano tra Napoli e Cosenza.Walter Ruffoni è l’attuale CEO di NTT Data Italia, con importanti esperienze all’estero. L’abbiamo intervistato per farci raccontare la filosofia che anima l’azione del gruppo nei mercati e tra le persone.
Ingegner Ruffinoni, entriamo subito in argomento. NTT DATA ha deciso di investire capitali e risorse nel nostro paese, ci dice perché proprio in Italia?
NTT DATA ha lanciato dai primi anni duemila una strategia di espansione internazionale e l’ingresso nel nostro paese ha rappresentato un importante tassello in questo contesto. I motivi che hanno portato l’azienda ad investire in Italia sono sostanzialmente tre: la dimensione del mercato ICT italiano, uno dei maggiori a livello mondiale, le competenze maturate dal nostro personale negli anni e la fiducia che importanti clienti italiani ci hanno accordato negli anni e che continuano a rinnovarci.
Dopo gli studi al Politecnico lei ha avuto una interessante carriera prima di arrivare a NTT DATA, ci racconta come ci è arrivato?
Ho avuto il privilegio di poter lavorare non solo nel nostro paese, dai primi anni 90 fino al 2000, ma anche in contesti internazionali, principalmente europei e americani, fino al mio ingresso in NTT DATA. E se c’è una cosa che ho imparato è quella che noi italiani non siamo secondi a nessuno per competenze e flessibilità e che non abbiamo nulla da temere dal confronto professionale con professionisti dell’IT di altri paesi.
Ho quindi deciso di cogliere la nuova sfida offerta da NTT DATA entrando a far parte di una grande multinazionale giapponese per guidarne il rilancio della filiale italiana. Il bilancio ad oggi è di grande soddisfazione, sia personale che professionale, anche e soprattutto, grazie alla visione e i valori condivisi anche dai giapponesi: visione di lungo periodo e grande attenzione alle persone.
Ci dice quanto è grande la sua azienda e qual è il rapporto di NTT DATA con la casa madre?
NTT DATA è parte del gruppo NTT, un colosso mondiale con 240.000 mila dipendenti, di cui 2.500 solo in Italia, ed un fatturato di 112 miliardi di dollari, e concentra in Calabria (Cosenza), in California (Palo Alto) e in Giappone (Tokyo) i suoi centri R&D. In Italia i nostri collaboratori sono dislocati su 8 uffici, e copriamo l’intera gamma di servizi e soluzioni IT che vanno dall’advisory services, con un focus sulla consulting e il digital, alla system integration, con una forte specializzazione sulla cyber-sicurezza. La collaborazione con Tokyo è continuativa soprattutto grazie alla nostra sede di Cosenza che con Palo Alto e Tokyo stessa …read more

Source:: Frontiere Digitali

Image for: Cybersecurity: “Cybersecurity, investiamo in talento e innovazione”. Intervista a Walter Ruffinoni di NTT DATA