Il nuovo Consiglio dell’Internazionale dei Partiti Pirata (PPI) porta speranze e una grande responsabilità

By Partito Pirata 25 maggio 2013 · Josef Ohlsson Collentine
Nonostante alcuni fatti che pesavano nell’atmosfera dell’assemblea generale, i dati ed i numeri indicano che PPI continua ad ispirare e attrarre pirati in tutto il mondo. PPI ha accolto 14 nuovi membri, portando il numero di Partiti Pirata nel PPI a 42 paesi. Sono stati accettati anche altri sei membri osservatori, hanno eletto un nuovo consiglio e votato su alcune modifiche statutarie. Il nuovo consiglio dovrà portare un grosso peso, organizzando, contribuendo a creare, sostenere, promuovere, e per mantenere la comunicazione e la cooperazione tra i Partiti Pirata in tutto il mondo, specialmente dopo la recente critica dell’ultimo consiglio.
L’Assemblea Generale è iniziata con un discorso di Pavel Rassudov, il presidente del Partito Pirata della Russia seguito da un discorso di Gregory Engels, co-presidente del PPI precedentemente e poi ri-eletto. Dopo i discorsi l’Assemblea Generale ha proseguito in stile bar-camp.
L’Assemblea Generale ha inoltre approvato due risoluzioni. La prima si propone di sostenere il Partito Pirata della Russia nella loro lotta per la registrazione ufficiale. La seconda risoluzione chiede più democrazia in tutto il mondo. L’obiettivo è quello di creare un’Assemblea Parlamentare delle Nazioni Unite (UNPA).
Il nuovo consiglio eletto:
I Co-presidenti sono Gregory Engels (Germania, 36 anni) e Vojtech Pikal (Repubblica Ceca, 26 anni). Altri membri eletti sono Nuno Cardoso (Portogallo, 39 anni), Denis Simonet (Svizzera, 28 anni), Thomas Gallia (Germania, 48 anni), Azat Gabdrakhmanov (Russia, 30 anni) e Marc Tholl (Lussemburgo, 22 anni).
I nuovi membri del PPI:
Partito Pirata di Lettonia ( http://www.piratupartija.lv/)
Partito Pirata della Slovacchia ( http://piratskastrana.sk/)
Communita Pirata Ucraina (Українське піратське співтовариство) ( http://pp-ua.org/)
Partito Pirata della Bosnia-Erzegovina (PiratskaPartija.ba) ( http://www.piratskapartija.ba/)
Partito Pirata dell’Estonia (ONG, MTÜ Eesti Piraadipartei) ( http://piraadipartei.ee/)
Partito Pirata della Bielorussia (Партыя піратаў Беларусі) ( http://ppb.by/)
Partito Pirata della Tunisia ( http://www.partipirate.tn/)
Partito Pirata di Israele (מפלגת הפיראטים ישראל) ( http://piratim.org/)
Partito Pirata d’Ungheria (Kalozpart) ( http://kalozpart.org/)
Partito Pirata d’Islanda (Píratar) ( http://www.piratar.is/)
Partito Pirata della Turchia (Korsan Parti) ( http://korsanparti.org/)
Partito Pirata della Polonia (Polska Partia Piratów (P3) ( http://polskapartiapiratow.pl/)
Partito Pirata del Giappone ( http://ppt.3rin.net/)
Partito Pirata della Corea del Sud (nessun sito web)
I nuovi membri osservatori:
Partito Pirata di Berlino (Germania)
La Rioja (Spagna)
Tirolo (Austria)
I giovani pirati di Svezia,
Partito Pirata svedese
Best Party Islandese
Le persone interessate a maggiori dettagli su come è andato il convegno possono leggere i verbali e il comunicato stampa PPI o una qualsiasi delle notizie ad esempio NTV , Business-Gazeta , PublicPost , le mouv .
La recente Assemblea Generale del PPI, così come l’ultimo consiglio, sono stati criticati duramente da alcune persone per motivi diversi. Vedendo brani tratti dai verbali di alcuni consigli si nota che alcuni degli ultimi membri del consiglio hanno sentito questa pressione e critica.
“Raccomando anche che il prossimo consiglio elaborari una serie di obiettivi, una lista pubblica di cose concrete che prevede di raggiungere. Senza tutto ciò, è fin troppo facile andare alla deriva tra le riunioni ogni due settimane non riuscendo ad ottenere alcun risultato”-Ed
“Il Consiglio del PPI è diretto verso un iceberg e ha una forti possibilità di affondare se non cambia la sua direzione. […] O noi risolviamo questo problema rimuovendo la spaccatura, …read more

Source: Frontiere Digitali

Image for: Il nuovo Consiglio dell’Internazionale dei Partiti Pirata (PPI) porta speranze e una grande responsabilità