L’open source ai raggi X

L’open source ai raggi X

Un gruppo di esperti analizza il modello della condivisione: sostenibilità tecnica, politica ed economica del sistema cognitivo che cambierà il mondo.

[ZEUS News – www.zeusnews.it – 25-09-2006] – di Michele Bottari

Nei giorni 29, 30 settembre e 1 ottobre prossimi, presso l’ Areaexp nel padiglione A, a Cerea si terrà OPENEXP – Percorsi attraverso l’open source, una manifestazione, leggiamo dal sito, "orientata a promuovere l’ utilizzo consapevole delle tecnologie informatiche attraverso il Software Libero/OpenSource ".

L’evento è ospitato da un sito di archeologia industriale risalente ai primi del ‘900, completamente ristrutturato.

È rivolto a Linux Users Group, studenti, scuole e università, ma anche a produttori e rivenditori di soluzioni hardware e software, consulenti e professionisti del settore, enti pubblici, associazioni no-profit e semplici curiosi.

Tre giorni ricchi di interventi serrati, in cui si cercherà di delineare potenzialità e limiti (eventuali) dell’approccio libero alle conoscenze, attraverso workshop e percorsi formativi.

A fianco di questi, aziende e professionisti del settore troveranno spazio per esporre i propri prodotti e soluzioni in ambiente open source.

I livelli di difficoltà degli incontri saranno multipli (divulgativo, intermedio, specialistico) per dare a tutti la possibilità di appofondire gli aspetti trattati.

Il programma, visibile qui, comprende non solo approfondimenti su temi legati all’Information Technology, ma anche su argomenti meno tecnici, come privacy, internet, giovani, multimedia, economia.

Image for: L’open source ai raggi X