McDonald’s Videogame: La critica alle multinazionali passa per un videogioco

McDonald’s Videogame: La critica alle multinazionali passa per un videogioco

di Ivan Fulco da lastampa.it del 3 febbraio 2006

Forse
vi ricorderete di loro per altri videogiochi politicamente impegnati,
come Memory Reloaded (una critica del revisionismo storico), Tamatipico
(il Tamagotchi del lavoratore precario) o Embrioni in Fuga (contro i
referendum sulla procreazione assistita). Ieri il gruppo della
Molleindustria ha pubblicato sul proprio sito (www.molleindustria.it)
il suo ultimo lavoro, intitolato McDonald’s Videogame, il primo
anti-advergame italiano, un videogioco di critica contro la
multinazionale del fast-food.

Ma come si contesta una
corporazione attraverso un videogioco? Descrivendone i meccanismi
interni, insegnano alla Molleindustria, mettendo in primo piano le
leggi e gli ingranaggi del sistema, a partire da quelli pi� oscuri o,
in questo caso, meno pubblicizzati. �Dirigere una multinazionale come
McDonald’s � spiega la intro – � tutt’altro che facile! Controlla ogni
fase del processo: dal pascolo alla macellazione, dalla gestione del
fast-food a quella del marchio�.

Cos�, nel McDonald’s
Videogame, un vero e proprio gestionale nel quale vestire i panni del
signor McDonald, non manca nulla. Dall’uso di OGM per la coltivazione
della soia allo sfruttamento ultra-intensivo dei pascoli per il
bestiame, dai mangimi a base di farine animali al morbo della mucca
pazza, dal mobbing del personale dei fast-food alla gestione mediatica
del marchio. Perch� l’immagine, si sa, � importante. �L’ufficio public
relations – scrive il gruppo italiano nel tutorial – serve ad evitare
che i nostri nemici (ambientalisti, associazioni di consumatori ed
altri folli radicali) infanghino il nostro marchio�. Obiettivo del
gioco? Produrre denaro, naturalmente, sempre pi� denaro, per la
felicit� del consiglio di amministrazione. E senza farsi nessuno
scrupolo, come spiega la intro del gioco.

La
controinformazione passa cos� per un videogioco a base di humour e
grafica fumettosa, in puro stile Molleindustria, dove le relazioni di
causa-effetto, invece di essere spiegate in lunghi articoli su un sito
di attivisti, vengono fatte sperimentare al giocatore sulla propria
pelle.

McDonald’s Videogame, distribuito gratuitamente con
licenza Creative Commons, arriva a pochi giorni di distanza da un altro
anti-advergame, intitolato Disaffected!
e pubblicato dal gruppo Persuasive Games, nel quale si criticavano le
condizioni di lavoro degli impiegati della catena Kinko FedEx. A
testimonianza che l’attivismo politico in chiave videoludica � pi� vivo
che mai. E che oggi si pu� persino dire �non sono d’accordo con questo
videogioco�.

———————————

McDonald’s, un videogame lo critica

La pi� celebre catena di ristoranti fast-food del mondo al centro
di un manageriale pensato per denunciare pratiche poco ortodosse. Lo
chiamano Anti-advergame

da punto-informatico.it del 3.02.2006

� stato lanciato dalla fabbrica di Molleindustria un singolare videogame che prende sarcasticamente di mira McDonald’s, la pi� celebre catena di fast-food, operativa in molte decine di paesi.

“Il
giocatore – recita la presentazione del videogame – si trover� a
controllare ogni fase del processo: dal pascolo alla macellazione,
dalla gestione del ristorante a quella del marchio. Per avere successo
non dovr� farsi nessuno scrupolo ad abbattere le foreste pluviali, a
sottrarre del terreno per il sostentamento delle popolazioni del terzo
mondo, a precarizzare i posti di lavoro, a provocare desertificazione,
avvelenamenti alimentari e una serie di altre esternalit� negative”.

Il
videogame, distribuito con licenza Creative Commons, pu� essere giocato
direttamente online o scaricato dal sito di Molleindustria, che lo
definisce un “Anti-advergame”. Gli advergame, come
noto, sono titoli pubblicitari, concepiti cio� per far giocare e allo
stesso tempo promuovere un marchio, o dei servizi specifici.
L’Anti-advergame � dunque l’opposto, “un gioco – spiega Molleindustria
– creato appositamente per mostrare quello che la comunicazione
commerciale cerca di nascondere”.

Molleindustria non � certo nuova a questo genere di iniziative, avendo gi� curato giochi “storici”, come quello di critica alla censura online
e offrendo direttamente dalla sua home page l’accesso a titoli come
“Embrioni in fuga” sulla legge contro l’uso delle staminali, “Queer
power”, per superare le differenze tra i sessi o “Papaparolibero”, per
comporre a piacere edificanti motti cristiani.

Il sito � qui

Image for: McDonald’s Videogame: La critica alle multinazionali passa per un videogioco