OpenOffice.org 2.3: rilasciata la nuova versione dell’anti – Office

OpenOffice.org 2.3: rilasciata la nuova versione dell’anti – Office

OpenOffice.org 2.3 è disponibile per il download al consueto indirizzo OpenOffice.org; ottimo il benvenuto della blogosfera che attendeva la nuova versione della suite dedicata all’ufficio Open Source

da Blogosfere.it del 18.09.2007

Lunghissimo l’elenco delle novità apportate dalla versione 2.3, quaranta pagine, come si legge tra le note di rilascio; questa, come conclude Punto Informatico, va considerata una major release di OpenOffice sebbene non introduca novità eclatanti […] introduce un numero davvero sconfinato di nuove caratteristiche e migliorie, a partire dalla piena implementazione di quella nuova architettura che permette di ampliare le funzionalità di OpenOffice per mezzo di estensioni. E OpenOffice continua a crescere con nuovi partner e nuovi consensi.

Il pacchetto OpenOffice.org contiene sei diversi software dedicati a scrittura e disegno: Writer, word processor e editor HTML WYSIWYG; Calc, foglio di calcolo; Draw, programma di grafica vettoriale; Impress, per creare presentazioni; Math, editor di formule matematiche; Base, dedicato alla compilazione di database.

Il tutto viene sviluppato in ambiente Open Sourcecon codice soggetto a licenza LGPL. Come dicevamo, tantissime le novità introdotto con questa release. Ne trovate un elenco in italiano qui e qui, mentre questo link potete leggere l’intervento di Italo Vignoli dell’Associazione Plio, Progetto Linguistico Italiano OOo, un’associazione di volontariato senza fini di lucro che ha come scopo la promozione della versione italiana della suite open source per l’ufficio OpenOffice.org.

La versione italiana dell’ultimo rilascio è già disponibile e non resta che testare le novità in prima persona. I commenti non si sono fatti attendere; ecco cosa scrive Giornale di Sistema:

Diciamoci la verità: quanti di noi usano davvero tutte le funzioni di Office? O almeno un 50%? E’ molto più probabile che io e voi apparteniamo a quel 90% e oltre di utilizzatori che lo usano per scrivere una lettera, un documento, rispettando dei margini, un minimo di impaginazione, qualche immagine, un grafico e poco altro. Serve allora pagare per avere l’ultima versione di Office, la 2007, quando non lo useremo mai per davvero nelle sue potenzialità?

Da sottolineare, a supporto di questa tesi, la compatibilità tra OpenOffice.org e i file creati con Word e gli altri programmi del pacchetto Office; inoltre procede il lavoro per portare OpenOffice in MAC OS X con interfaccia nativa Aqua.

E OOo continua a crescere diventando una presenza ingombrante: tra i suoi partner c’é anche IBM, il cui peso va ad aggiungersi alle scelte quotidiane dei consumatori. La diffusione di OpenOffice.org può contare infatto su un forte passaparola online e la gratuità del servizio certo fa gola. Andando oltre si potrebbe pensare alla fruizione di software OpenSource nelle strutture pubbliche e nelle scuole: un netto risparmio e un incentivo per un mondo in costante crescita grazie alal partecipazione resa possibile dal Web.

Tutto a un giorno di distanza dalla multa imposta a Microsoft – maxi a dirsi, ma corrispondente solo a una minima percentuale del fatturato Microsoft – per abuso di posizione dominante. Il mondo Open festeggia; Skype ci scherza su.

—————-

OpenOffice si aggiorna

La suite open source per l’ufficio arriva alla versione 2.3.

da ZEUS News – www.zeusnews.it del 19-09-2007

E’ finalmente disponibile per il download la nuova release della più completa ed efficiente suite per ufficio open source: OpenOffice 2.3, anche in italiano.

Sono state migliorate le funzionalità di tutti i moduli, insistendo soprattutto sul fronte della sicurezza, e sono state introdotte numerose nuove funzioni, come ad esempio la possibilità di aprire i link presenti in un documento con un semplice Control+clic, o di esportare il documento stesso direttamente in formato MediaWiki.

Le novità più significative riguardano l’esportazione dei file nel formato Pdf (sono stati riorganizzati i dialoghi di esportazione) e la gestione delle estensioni. Infatti la 2.3 è la prima versione che può gestire lo sviluppo e l’installazione di tutte le estensioni finora disponibili, anche quelle proprietarie, con la stessa semplicità con cui si scaricano gli add-on per Firefox.

Image for: OpenOffice.org 2.3: rilasciata la nuova versione dell’anti – Office