P2p, Sarkozy divide il mondo digitale

P2p, Sarkozy divide il mondo digitale

In Italia si accende la discussione. In Canada si fa strada una proposta di recupero delle perdite dagli Isp, mentre gli Usa vogliono inasprire il Dmca con multe più salate. Intanto Comcast finisce sulla graticola per i filtri anti P2p

da VNUnet.it del 10-12-2007

Una recente ricerca ha reso noto che il traffico Internet notturno di internet è solo P2p. Il peer to peer è stato definito il nuovo Far West digitale dal Presidente francese Nicolas Sarkozy.
L’associazione degli Isp italiani, l’Aiip, ha ripreso la dottrina Sarkozy per rilanciarla all’attenzione del tavolo anti pirateria italiano.
Rimane che la Francia sta per rivoluzionare le sue politiche interne sulle connessioni Internet e i programmi P2p: e nel resto del mondo?
La filosofia anti pirateria di Sarkozy divide. In Italia Leonardo Chiariglione ha scritto un appello al Vicepresidente del Consiglio Francesco Rutelli,
contro un nuovo giro di vite legislativo contro la pirateria su Internet, e a favore dell’interoperabilità dei contenuti digitali. Tuttavia anche l’appello di Leonardo Chiariglione, pur contrario alla dottrina Sarkozy, ha diviso lo scenario digitale italiano (Frontiere Digitali ha messo i puntini sulle i sui distinguo), in quanto l’appello contiene "concessioni liberticide": non piace l’apertura nei confronti di tecnologie di restrizione che impediscono l’esercizio dei diritti di libera utilizzazione. Gli hacktivist italiani sono contrari a Drm e Tpm in ogni forma.

In Canada invece, mentre il governo studia un Dmca in stile Usa, gli autori riuniti nella Songwriters Association of Canada (SAC) chiedono di recuperare le perdite del P2p direttamente dagli Isp. Il governo statunitense invece vuole inasprire la legislazione vigente (Dmca) con il PRO IP Act: il Prioritizing Resources and Organization for Intellectual Property Act prevede multe più salate.

Ogni paese ha la sua ricetta contro il file sharing. Nel frattempo gli utenti, spalleggiati dalla Eff (Electronic Frontier Foundation), mettono sulla graticola i filtri anti pirateria, che, inviando pacchetti di dati avvelenati, interferiscono con i subset dei protocolli di rete. Negli Usa Comcast è accusata da tempo di voler disturbare il P2p, e quindi non garanisce la Net neutrality. La guida completa di Eff è qui.

Image for: P2p, Sarkozy divide il mondo digitale