Terminator sposa il pinguino. La California guarda a Linux

Terminator sposa il pinguino
La California guarda a Linux

I consulenti di Schwarzy consigliano l’adozione dell’open source
“E’ pi� economico, flessibile e sicuro del software proprietario”

E dopo i dubbi della scorsa settimana, anche Monaco conferma
“Andiamo avanti, nonostante la direttiva Ue sui brevetti”

di ALESSIO BALBI da repubblica.it del 16 agosto 2004

Arnold Schwarzenegger potrebbe aggiungersi presto alla schiera dei sostenitori di Linux, portando in dono al movimento open source tutta la sua forza (politica, pi� che fisica). Una task force indipendente, creata dal governatore repubblicano della California, ha pubblicato una serie di raccomandazioni per mettere in ordine i conti dello Stato. Tra queste, c’� anche il passaggio all’open source per i sistemi informatici della pubblica amministrazione.

“Ogni anno, lo Stato della California spende milioni di dollari per l’acquisto, la manuntenzione e il rinnovamento del software”, si legge nel rapporto. “Lo stato dovrebbe prendere in pi� seria considerazione l’uso di programmi open source, che in molti casi forniscono le stesse funzioni di quelli propietari a un costo pi� basso”.

Nella sua relazione, il gruppo responsabile della “California performance review”, porta due esempi di agenzie (il Franchise tax board e il California deparment of Transportation) che hanno risparmiato circa 300 mila dollari l’una passando al software libero per alcuni servizi e prevedono di ampliare l’adozione di sistemi open source nei prossimi mesi.

Secondo gli esperti di Schwarzy, i sistemi aperti come Linux sono vantaggiosi non solo dal punto di vista economico. “Il codice aperto offre flessibilit� per le organizzazioni, che possono modificarlo a seconda delle necessit�. Secondo molti, inoltre, l’open source � pi� sicuro e affidabile del software proprietario, nel quale il codice � nascosto agli utenti, rendendo difficile l’identificazione di potenziali rischi in tempo per porre rimedio”.

Tutto considerato, i consulenti del governatore consigliano di cercare immediatamente alternative open source per i software proprietari attualmente in uso, e di implementarle appena possibile. Riprende quindi vigore la corsa di Linux come alternativa ai sistemi Microsoft nelle pubbliche amministrazioni.

Lo studio californiano arriva infatti nelle stesse ore in cui la citt� di Monaco conferma il suo progetto (il pi� grande in Europa) per la migrazione di 14 mila desktop comunali verso il sistema del pinguino. La settimana scorsa, la capitale bavarese aveva fermato tutto per studiare le eventuali ripercussioni legali sul progetto della nuova direttiva europea sui brevetti software. Ora, il sindaco socialdemocratico Christian Ude ha dichiarato che i dubbi sono stati superati e che l’operazione andr� avanti secondo i tempi previsti.
(16 agosto 2004)