Una vittoria legale per Wikipedia (contro Previti)

By Pagina Tre (voce di SopraPensiero)
Rilanciamo il recente comunicato stampa della Wikimedia Foundation:

La Wikimedia Foundation vince la causa intentata dall’ex consigliere di Berlusconi
Wikipedia esiste grazie a persone come voi – autori, redattori, traduttori, sostenitori della libera conoscenza. Non esiste però in un vuoto: la sua sopravvivenza dipende da infrastrutture legali e da normative di tutto il mondo che le consentono di essere un forum aperto, creato e curato da una comunità globale di più di 80.000 contributori attivi ogni mese.
Di tanto in tanto, la capacità della Wikimedia Foundation di fornire un luogo sicuro per i progetti di Wikimedia viene messa in discussione da cause legali che nascono dal malcontento verso i contenuti pubblicati. Il 30 gennaio 2013 è stata avviata una causa legale nei confronti della Wikimedia Foundation da Cesare Previti, ex Ministro della Difesa durante il governo di Silvio Berlusconi. Il signor Previti sosteneva che la versione in italiano dell’articolo di Wikipedia “Cesare Previti” – che ha descritto come “pettegolezzo pseudo giornalistico alimentato dall’opera di soggetti […] assolutamente inattendibili” – contenesse affermazioni inesatte e diffamanti.[1]
Il signor Previti sosteneva che la Wikimedia Foundation dovesse essere responsabile di fronte alla legge italiana per aver fornito un luogo che consente la pubblicazione di contenuti presumibilmente diffamanti.[2] Il 20 giugno 2013, il Tribunale civile di Roma ha espresso parere contrario[3], rilevando che, ai sensi delle leggi italiane, la Wikimedia Foundation è un fornitore di hosting piuttosto che di contenuti e come tale non può essere ritenuta responsabile dei contenuti scritti dagli utenti individuali.[4]
Due dei fattori presi in considerazione dal Tribunale nel raggiungere questa conclusione sono stati se la Wikimedia Foundation sia chiara riguardo al suo ruolo nella creazione di contenuti e se ci siano procedure che consentono di segnalare possibili errori nei contenuti.[5] Il Tribunale ha riconosciuto che la Wikimedia Foundation è molto chiara sul suo ruolo come fornitore di servizi di hosting[6] e ha concluso che “[Wikimedia] offre un servizio basato proprio sulla libertà degli utenti di compilare le voci dell’enciclopedia”.[7] Il Tribunale ha rilevato che la Wikimedia Foundation è esplicita sul fatto che, data la natura aperta e fluida dei progetti, non può garantire l’accuratezza dei contenuti disponibili su Wikipedia.[8]
Dato che è la comunità dei redattori di Wikipedia, piuttosto che la Wikimedia Foundation, a svolgere il ruolo principale nella creazione e nella gestione dei contenuti, il Tribunale ha anche preso in esame se il signor Previti avesse a disposizione dei metodi per far fronte a potenziali inesattezze nei contenuti di Wikipedia. Il Tribunale ha osservato che Wikipedia può essere apertamente modificata da tutti e che chiunque può individuare e segnalare potenziali inesattezze tramite i processi di revisione della comunità.[9] Questi processi — creati e implementi dalla comunità di utenti e basati sul consenso — sono stati un fattore importante per la decisione del Tribunale e non sarebbero possibili senza l’impegno e il sostegno della comunità.
Pertanto, il Tribunale ha concluso che il ruolo della comunità di utenti (piuttosto che della Wikimedia Foundation) nella creazione di contenuti, bilanciato dalla capacità del signor Previti di segnalare le proprie rimostranze direttamente alla …read more

Source: Frontiere Digitali

Image for: Una vittoria legale per Wikipedia (contro Previti)