WI-MAX: Lettera aperta al Ministro Gentiloni

WI-MAX: Lettera aperta al Ministro Gentiloni

dal Network Frontiere Digitali

Egregio Ministro Gentiloni
a tutt’oggi sono circa 120 mila le firme raccolte attraverso una petizione on line con la richiesta nei suoi confronti di non assegnare tutte le frequenze Wi-Max con ottica commerciale.
Le abbiamo chiesto che almeno un terzo fosse lasciato libero per un utilizzo senza lucro.
Dobbiamo dire che Lei è completamente sordo alle richieste del popolo della rete e sì che le sue parole ci lasciavano sperare in un’apertura diversa e in un nuovo modo di considerare la Rete.
Lei sa benissimo che 120 mila adesioni sul web corrispondono ad un sentire ben preciso e sostanziale nella realtà.
Ancora una volta la delusione è cocente come è cocente la delusione giornaliera nei confronti del suo Governo.
Comprendiamo perfettamente che non è possibile accontentare tutti ma, come al solito, si è preferito accontentare pochissimi a scapito della collettività.
Non conosciamo ancora nei dettagli il bando di concorso ma i presupposti perché a pagare siano ancora i più deboli ci sono tutti.
Ancora una volta l’Italia perde un’occasione per dimostrare attenzione ai cittadini avviandosi sempre più in un’ottica miope di “legge del mercato”, sottolineando anzi la tendenza a premiare i “furbetti di quartiere”.
Grazie per la sua lungimiranza e apertura democratica.

Per saperne di più…

Image for: WI-MAX: Lettera aperta al Ministro Gentiloni